Breve corso di mediazione dei conflitti con Adolfo Ceretti - Adolfo Ceretti
LEZIONE D'AUTORE

Breve corso di mediazione dei conflitti con Adolfo Ceretti

VEDI ANTEPRIMA
PREFERITI
CONDIVIDI
Breve corso di mediazione dei conflitti con Adolfo Ceretti
24 €
3 lezioni d'autore on demand
Guarda le lezioni quando e dove vuoi
Accesso illimitato alla piattaforma FEdu
24 €

L'autore

Adolfo Ceretti è Professore Ordinario di Criminologia e docente di Mediazione reo-vittima nell’Università degli Studi di Milano-Bicocca. È Segretario Generale del Centro Nazionale di Prevenzione e Difesa Sociale. Nel 2021 è stato nominato dalla Ministra della giustizia Marta Cartabia quale Coordinatore del Gruppo di lavoro per l’elaborazione degli schemi di decreto legislativo recanti la disciplina organica della giustizia riparativa. Tra le sue ultime pubblicazioni: Il diavolo mi accarezza i capelli. Memorie di un criminologo (con Niccolò Nisivoccia, il Saggiatore, 2020); insieme a Marta Cartabia ha scritto Un’altra storia inizia qui. La giustizia come ricomposizione (Bompiani, 2020); nel 2022 ha pubblicato Io volevo ucciderla. Per una criminologia dell’incontro, (con Lorenzo Natali, Raffaello Cortina).

Biografia di Adolfo Ceretti

Vedi anteprima

Di cosa parleremo

Il conflitto è un elemento inevitabile di una società. Ma cosa succede quando il conflitto degenera e diventa violenza, terrorismo, oppressione?
In queste tre Lezioni d’Autore Adolfo Ceretti, criminologo e mediatore di fama internazionale, riflette su tre casi storici di conflitto violento all’intero di una società: gli Anni di Piombo in Italia, l’Apartheid in Sudafrica e la guerra civile in Colombia.
Partendo da questi tre esempi vedremo quali sono le cause profonde, antropologiche e sociologiche, di questo tipo di conflitti e come le varie società hanno deciso di fare i conti con dei fenomeni che le hanno messe a dura prova, costringendole a cambiare e a trovare nuove strade per una convivenza pacifica.

Le lezioni

Gli Anni di Piombo e la rimozione
Il terrorismo politico in Italia è un fatto relativamente recente, un periodo che in molti hanno attraversato. La strategia scelta dalla società italiana per fare i conti con questo fenomeno è stata quella della rimozione: forse perché gli Anni di Piombo ci ricordano qualcosa di noi che preferiremmo dimenticare.
Il Sudafrica e l'integrazione
L’apartheid in Sudafrica viene ricordato come uno dei regimi più oppressivi del ‘900. Al momento del suo crollo però, andando contro tutte le aspettative, la nuova classe politica che conquistò il potere – guidata da Nelson Mandela – riuscì a trovare le risorse e gli strumenti per guidare una transizione pacifica e non violenta verso la democrazia.
La Colombia e la convivenza
Come si finisce una guerra civile che dura da più di sessant’anni? Una risposta possibile è quella della Colombia, un paese attraversato da un conflitto civile lunghissimo e sanguinoso, e fiaccato da una difficile guerra al narcotraffico, che ha trovato però nella sua società le risorse per costruire una pace inaspettata.

Potrebbe anche interessarti

Registrati alla newsletter

Segui Arianna, la newsletter di Feltrinelli Education per
non perdersi nel cambiamento: gratis, settimanale, per te!
Segui Arianna