Feltrinelli Education: una storia che comincia con un maestro inglese, un mosaico napoletano e un paguro.

Feltrinelli Education: una storia che comincia con un maestro inglese, un mosaico napoletano e un paguro.

Nasce FEdu, la formazione secondo Feltrinelli

Massimiliano Tarantino
24/11/2020 , tempo di lettura 5 minuti

Tutto ha inizio un paio d’anni fa grazie agli insegnamenti di un maestro inglese, di Alessandro Magno e di un paguro. Pensare la formazione firmata Feltrinelli, progettarla e darle una consistenza che fosse un’adeguata continuazione della storia imprenditoriale che ha fatto della scoperta continua la sua cifra, non poteva seguire un processo lineare.  

Certamente abbiamo sempre tenuto a mente un obiettivo: quello che la nostra formazione avrebbe dovuto fare sintesi delle vorticose dinamiche di cambiamento nelle quali siamo coinvolti rinnovando il ruolo della conoscenza come grande elemento di emancipazione e riscatto rispetto alle nostre crisi, personali e collettive. Ma quale conoscenza, esposta da chi e in quali forme?  


Un maestro inglese 


Ed ecco entrare in scena il maestro inglese, Ken Robinson. Una superstar globale della piattaforma TED, che deve la sua notorietà planetaria alla chiarezza con la quale espone un messaggio tanto semplice quanto rivoluzionario: per realizzare una formazione efficace non dobbiamo reiterare gli schemi passati, che hanno standardizzato i programmi scolastici, ma dobbiamo guardare al processo educativo come ai metodi che si adottano in agricoltura ed avere cura del nostro cervello come di un muscolo destinato a fiorire, se ben nutrito e ben irrigato. Al centro ci deve però essere una formazione creativa, dinamica, interattiva, libera di adattarsi da una parte alle passioni e ai bisogni dei singoli e dall’altra ad un’adesione molto concreta con il reale.  


Le tecniche adottate nel processo di apprendimento, inoltre, non devono essere improntate al dovere e alla sofferenza ma al piacere e alla curiosità. Parole chiave con le quali abbiamo intrapreso il cammino di Feltrinelli Education, sia nella selezione delle persone alle quali abbiamo affidato la composizione della nostra offerta sia nel design utilizzato per comporre temi e format delle nostre proposte.  


Ci è stato infatti chiaro da subito che la natura dei vari prodotti di Feltrinelli Education dovesse essere professionalizzante, cassette degli attrezzi per stare nel cambiamento e guadagnare passi nella rincorsa alla realizzazione personale e professionale, ma per scegliere i vari contenuti, che oggi ritroviamo nella prima composizione di corsi, Laboratori e webinar, ci siamo affidati, oltre che alla natura editoriale della nostra storia, ad Alessandro Magno, e ad un’intuizione.  


Un mosaico napoletano 


Nelle sale del Museo Archeologico di Napoli si trova un enorme mosaico raffigurante Alessandro Magno in sella al suo cavallo Bucefalo, durante la battaglia di Isso contro Dario III di Persia. Se ci avviciniamo al mosaico fino ad osservarne la singola tessera, blu, bianca o ocra, quella perde di significato. Se invece ampliamo lo sguardo e cominciamo a guardare singole porzioni del grande mosaico, allora comincia ad emerge una figura, un senso, e la scena comincia a dipanarsi davanti ai nostri occhi.  


Feltrinelli Education è un invito a misurarsi con tutti gli elementi che compongono la complessità della nostra esistenza. Non è una sequenza di rapide soluzioni ma una scelta di elementi che ci possono aiutare a trovare la nostra personale strada, cambiando quella che stiamo già percorrendo o dandoci gli elementi per essere più saldi in ciò che questa ci propone di giorno in giorno.  


E quindi gli ambiti della conoscenza ai quali ci siamo dedicati sono quelli che rappresentano i settori in maggiore trasformazione o, in altre parole, quelli più utili per chi sceglie di stare nella grande corrente del cambiamento: economia e marketing, comunicazione e creatività, digital change, formazione e educazione, soft skills. Su quest’ultimo ambito entra in scena il paguro.  


Un paguro


Nel 2017 la Disney vince il premio Oscar nella categoria miglior cortometraggio di animazione con il corto Piper, un capolavoro che ha come protagonista un pulcino alle prese con le prime esperienze di contatto con il mare. Tenta di scovare qualche conchiglia sulla battigia ma ben presto è travolto dalle onde, la sconfitta genera paura, il nido è un posto sicuro ma la mamma è in volo, e la fame aumenta. Che fare? La risposta è davanti a lui: imitare una colonia di paguri e trovare un posto sotto la sabbia per godere, immersi sotto le onde, delle meraviglie del mondo sottomarino, pieno di conchiglie gustose. Un capolavoro su come è possibile affrontare le difficoltà della vita non solo grazie a conoscenza e esperienza ma anche intraprendenza e pensiero laterale.  


Nell’offerta di Feltrinelli Education trovano posto molti prodotti formativi dedicati proprio al rafforzamento delle cosiddette qualità umane, dal Dizionario del Cambiamento affidato a Umberto Galimberti ai corsi per rafforzare il potere della mente o per aumentare le capacità di adattamento.  


Nasce Feltrinelli Education 


Il debutto è oggi, 24 novembre 2020, tempo di pandemia, di disorientamento crescente e di crisi occupazionale. Ma l’ambizione è quella di non demordere e di offrire a scrittori, scienziati, professionisti una nuova piattaforma per mettere in circolo studi e passioni e allo stesso tempo di fornire a tutti noi le tessere per comporre il nostro personale mosaico, con il quale nutrire e far fiorire il nostro futuro.