Giornalismo scientifico: teoria e tecniche di divulgazione
Modalità di fruizione Online - Live
Durata: 6 ore
Date: da mercoledì 12 maggio a giovedì 03 giugno 2021

Aggiungi ai preferiti
 
| Condividi :
Header
Descrizione del corso

Viviamo tutti nello stesso mondo eppure, ognuno di noi vede la realtà in modo diverso. L’era digitale ha amplificato la tendenza a diffidare della scienza e a rifiutare l’idea che oltre le opinioni esistano dati oggettivi. L’aumento della disinformazione e della cattiva informazione, ci mostrano come numeri, indicatori e fatti reali siano considerati sempre meno rilevanti rispetto alle emozioni. Allo stesso tempo, la pandemia, il riscaldamento globale, la crisi della biosfera ci dimostrano quanto sia rischioso per noi stessi e per la nostra civiltà ridurre il peso della razionalità nelle decisioni individuali e collettive. 


In questo ciclo di lezioni dedicate al giornalismo scientifico e alla divulgazione scientifica descriviamo come funzionano i processi decisionali di fronte all’incertezza, quali sono le dinamiche alla base della disinformazione e impariamo come la comunicazione scientifica è fondamentale per prendere le migliori decisioni a livello collettivo. 


Giornalismo scientifico: teoria e tecniche di divulgazione
Online - Live
|
6 ore
12 maggio - 03 giugno 2021
99 €

Il corso è al completo!

A breve le date della prossima edizione

3 lezioni live streaming
1 sessione Q&A
3 sintesi e approfondimenti scaricabili
Attestato di partecipazione
Whatsapp: +39 342 6267917

Le guide

Marina D'Alessandro
Nico Pitrelli
Donato Ramani
Alessandro Tavecchio

In collaborazione con SISSA (Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati) di Trieste

Partner
SISSA – Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati – è stata fondata nel 1978 ed è un centro di ricerche scientifiche d'eccellenza nel panorama accademico internazionale. Situata nella città di Trieste comprende 80 professori, circa 100 post-doc, 300 studenti Phd e 110 persone dello staff tecnico. Le attività di SISSA si focalizzano su tre aree principali: fisica, neuroscienze e matematica. Inoltre il Laboratorio Interdisciplinare per gli Studi Avanzati lavora alle intersezioni tra scienza, discipline umanistiche e il pubblico.

Su misura per

Chi lavora nella comunicazione e nel giornalismo
Chi lavora in ambito scientifico e vuole trasmettere la sua conoscenza anche a non esperti
Chi deve prendere decisioni consapevoli su questioni scientifiche complesse

Cosa Imparerai

Come funziona l’informazione e la disinformazione sui social network
Come riconoscere ed esercitare ruoli e funzioni del giornalismo scientifico
Come distinguere conoscenza, opinioni e atteggiamenti su questioni politicamente e scientificamente controverse
OK, ma come funziona?

Il ciclo si compone di 3 lezioni in diretta streaming e un incontro conclusivo in cui potersi confrontare con gli esperti in una sessione di domande e risposte, per risolvere dubbi e approfondire i temi trattati. 

 

Le lezioni durano 90 minuti e insieme all’incontro finale si articolano su 4 settimane consecutive, sempre in orario preserale. Tra una lezione e l'altra non si finisce di imparare: hai a disposizione il tuo FEdu Kit con materiali di approfondimento curati da autori e docenti. 


La partenza del corso verrà confermata al raggiungimento del numero minimo di iscritti.

 

L’itinerario per tappe

Di fronte a eventi e scelte che vanno al di là delle nostre competenze adottiamo strategie decisionali che rischiano di aumentare le tensioni sociali. A partire dall’analisi di questioni scientifiche politicamente controverse, comprendiamo come la comunicazione scientifica può aiutare chi deve prendere decisioni a conciliare le ragioni dei numeri con quelle della politica. Docenti: Marina D'ALESSANDRO e Nico PITRELLI.
Il linguaggio usato per discutere di disinformazione si concentra spesso sull’espressione fake news. Si tratta di una semplificazione pericolosa perché nasconde la complessità del fenomeno: non si tratta di una tendenza casuale ma dipende dalla stessa architettura informativa della Rete. In questa lezione descriviamo le ragioni e le modalità di diffusione della cattiva informazione online. Docente: Alessandro TAVECCHIO.
Il giornalista scientifico viene spesso invocato come un gatekeeper contro la disinformazione. In realtà, il suo ruolo e le sue competenze negli ultimi anni sono diventati molto più ampi di quelle di un debunker e si sono ibridati. Per questo, tra gli operatori dell’informazione è il principale candidato a trovare una sintesi tra la richiesta di democratizzazione della scienza e un giornalismo basato sui numeri. In questa lezione studiamo le principali tendenze del giornalismo scientifico e impariamo come migliorare la qualità dell’informazione portando innovazione nei media. Docenti: Nico PITRELLI e Donato RAMANI.
Incontro conclusivo di domande e risposte
Calendario date
Mercoledì 12 Maggio
Scelte difficili: come prendiamo le decisioni su pandemie, cambiamenti climatici e altre catastrofi
ore 18:30 - 20:00
Online
Mercoledì 19 Maggio
La cattiva informazione: come funziona e il ruolo dei social media
ore 18:30 - 20:00
Online
Martedì 25 Maggio
Giornalismo scientifico: una professione ibrida della società della conoscenza
ore 18:30 - 20:00
Online
Giovedì 3 Giugno
Per capire meglio. Incontro conclusivo di domande e risposte
ore 18:30 - 20:00
Online
Ottieni informazioni
Vuoi saperne di più? Per qualsiasi dubbio o richiesta su questo corso compila il form e ti contatteremo al più presto.
Il campo Nome è obbligatorio
Il campo Cognome è obbligatorio
Il campo Email è obbligatorio

Con la presente richiesta, dichiaro di aver preso visione dell’Informativa privacy fornita ai sensi degli artt. 13 e 14 del Regolamento Europeo (UE) 679/2016

Cosa abbiamo in Evidenza per te