Storytelling: come comunicare al meglio | Feltrinelli Education

Come comunicare con lo Storytelling

Comunicare con lo storytelling: obiettivi, tecniche e consigli per una comunicazione efficace; Storytelling aziendale, la nuova frontiera del marketing.

03/09/2021 , tempo di lettura 3
Immagine

Raccontare una storia è da sempre il metodo per creare un legame tra l’autore (o chi la trasmette) e chi ascolta. Questo perché in generale la nostra mente è più portata ad interessarsi alla narrazione che al ragionamento logico.

Lo storytelling, ossia l’arte di scrivere o raccontare storie catturando l’attenzione e l’interesse del pubblico, è oggi una tecnica narrativa impiegata come strategia di comunicazione persuasiva, specialmente in ambito politico, economico e aziendale.

La parola è evidentemente un neologismo mutuato dall’inglese che ormai è entrato a far parte anche del dizionario italiano.

Ma cos’è nella pratica lo storytelling.


Storytelling: tra storia e avanguardia

Comunicare attraverso un racconto è una spinta innata nell’essere umano, un’esigenza naturale. La storia, fin da quella più antica, riporta esempi di racconti di vita quotidiana che venivano tramandati in diversi modi: dalla combinazione di immagini disegnate ai manoscritti, dalla tradizione di tramandare storie oralmente alla necessità di esporle a un pubblico attraverso il teatro.

Comunicare messaggi attraverso le parole e non solo non è certo una scoperta dell’epoca moderna. Quello che però cambia è l’utilizzo che ne viene fatto.

Oggi lo storytelling non produce solo contenuti testuali o verbali, ma si applica a progetti multimediali da diffondere e distribuire su differenti canali e piattaforme, per scopi spesso molto lontani dalla voglia di tramandare storie di eroi.


Storytelling aziendale

Nell’ambito del business, le strategie e gli strumenti per costruire nuovi metodi di comunicazione efficace attraverso lo storytelling hanno principalmente tre obiettivi:

  1. enfatizzare la parte emotiva del messaggio, raccontando in chiave accattivante momenti di vita quotidiana in cui il fruitore potrà immedesimarsi in modo da ridurre la distanza con chi ascolta;

  2. restare nella memoria del fruitore che in futuro sarà capace di ricondurre istintivamente il messaggio veicolato tramite parole, musica o immagini a quel determinato brand o a uno specifico prodotto che si sta sponsorizzando;

  3. aumentare l’interazione con il fruitore del messaggio.

In questo modo il pubblico si identifica, ricorda il messaggio e lo trasmette a sua volta.

L’utilizzo persuasivo delle storie, infatti, è utile ad attirare l’attenzione di uno specifico pubblico di clienti, o potenziali tali, e veicolare verso quel pubblico un messaggio che li stimoli a compiere un’azione specifica, come ad esempio l’acquisto, la registrazione alla newsletter, la voglia di visitare il sito internet e così via.

Per un’azienda comunicare attraverso lo storytelling significa veicolare la propria mission puntando a condividere valori e obiettivi con i clienti.


Tecniche di storytelling marketing

Per una strategia comunicativa efficace attraverso lo storytelling è necessario tenere presente alcuni “trucchi” del mestiere:

  • analizzare i punti di forza del brand o del prodotto: a volte possono sembrare marginali, ma spesso sono i dettagli a distinguere un’azienda da un’altra. In quest’ottica uno studio delle strategie marketing dei competitor rappresenta un buon punto di partenza;

  • capire qual è il pubblico più adatto a cui indirizzarsi e, di conseguenza, scegliere la tecnica narrativa più vicina alla fascia d’età, agli interessi, alla professione, ecc. La definizione del target è di fondamentale importanza per la declinazione del messaggio;

  • individuare con cura analitica la piattaforma da scegliere per veicolare il messaggio: televisione, giornali e riviste, social media con particolare attenzione alla tipologia e all’utenza di ciascuno.

Infine, bisogna ricordare che il pubblico non è portato a immedesimarsi con la perfezione. La comunicazione persuasiva che porta a identificarsi con il personaggio della storia deve essere quanto più possibile autentica, verosimile e credibile.